6th April 2012

Romanzo di una strage

(Marco Tullio Giordana – Italia 2011)

E’ con la strage di Piazza Fontana a Milano, il 12 dicembre 1969, nel periodo delle contestazioni dell”autunno caldo”, che comincio’ la storia dell’Italia dei misteri e dei misteri d’Italia. Un mistero, Piazza Fontana, rimasto giuridicamente tale, dal momento che quella strage e’ rimasta senza colpevoli.

Colpevoli che il film di Giordana, ricostruendo fatti e indizi, individua in un gruppo di neo-fascisti padovani collusi con settori deviati dei servizi segreti. L’alleanza mira a creare un clima di tensione nazionale tale da spingere lo Stato ad una svolta autoritaria in chiave anti-comunista.

E’ in mezzo a queste trame che si devono muovere le indagini del commissario Calabresi, che una regia occulta spinge a sospettare di un gruppo di anarchici milanesi capitanati da Giuseppe Pinelli. Ma, una sera, Pinelli, lasciato in compagnia di alcuni collaboratori di Calabresi, “precipita” da una finestra del commissariato, presso cui e’ trattenuto per essere interrogato sulla strage.

Calabresi, per quanto incolpevole, diventa il bersaglio della vendetta dei gruppi della sinistra extra-parlamentare e finisce freddato sotto casa una mattina, non prima di essere riuscito a mettere a fuoco le molte bugie e la fondamentale verita’ che stanno dietro la strage.

Dire che il commissario Calabresi sia il protagonista di questo film risulta riduttivo: protagonista di questo film  e’ l’Italia della vigilia degli Anni di Piombo, degli anni delle contestazioni giovanili ed operaie che fanno desiderare a molti comuni cittadini l’avvento di un governo forte, in grado di ripristinare sicurezza sociale ed ordine. Desiderio che neo-fascisti, servizi segreti italiani e apparati NATO si adoperano per trasformare in realta’ attraverso la costruzione occulta della cosiddetta “strategia della tensione”.
Giordana e’ magistrale nel disegnare in un crescendo di angoscia e di tensione l’espandersi di questo cancro che non risparmia neppure le stanze delle piu’ alte istituzioni statali.

E una delle vittime e’ il commissario Calabresi, che, lavorando per difendere le istituzioni democratiche, si ritrova a scoprire che proprio nelle viscere dello Stato si annida la malattia che vuole distruggere lo Stato stesso.

Per rappresentare il male oscuro della democrazia italiana, Giordana abbandona i consueti affreschi narrativamente e scenograficamente  ariosi che gli sono propri per tratteggiare il paese a tinte livide, fredde e spente, immerso nella penombra di scantinati anarchici, tipografie neo-fasciste e uffici istituzionali consumati da sospetti e conflitti segreti.

Grandissimi Mastandrea nel regalarci un Calabresi onesto e scrupoloso, costretto a confrontarsi con bugie umanamente insostenibili per un servitore dello Stato, e Favino nel disegnare Pinelli, anarchico schietto e tutto d’un pezzo, preso in un gioco piu’ grande di lui.

I due personaggi vengono fatti muovere tra le pieghe di un’Italia scossa da fremiti di protesta e di violenza, di ribellismo e di eversione, ma ancora ingenua e popolare,  e proprio per questo impreparata a scorgere la verita’ dietro le apparenze.

Una verita’ giudiziariamente inesistente, ma politicamente chiara, la miglior fotografia della quale restano ancora oggi le parole del “Io so” di Pasolini, maestro di Giordana: “… Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano… Ma non ho prove. Non ho nemmeno indizi…”

Parole di impotenza e di sofferenza. Parole di un’Italia impotente  e sofferente. E ferita nella sua innocenza per mano di quelle forze oscure che ieri si chiamavano “neo-fascismo” e “servizi segreti” ed oggi si chiamano “mercato” e “finanza”.

Luca Zoppi

 

 

Share

OLDER POSTS:

Author Date Subject
Luca Zoppi 9/3/2015 Gemma Bovery [>>]
Luca Zoppi 2/11/2014 Anime Nere [>>]
Luca Zoppi 23/02/2014 Nebraska [>>]
Luca Zoppi 03/06/2013 La Grande bellezza [>>]
Luca Zoppi 07/04/2013 La scelta di Barbara [>>]
Luca Zoppi 24/02/2013 Qualcosa nell’aria / Apres mai[>>]
Luca Zoppi 16/01/2013 Love is all you need [>>]
Luca Zoppi 17/11/2012 Oltre le colline [>>]
Luca Zoppi 18/10/2012 Detachment [>>]
Luca Zoppi 08/10/2012 The Polish Week [>>]
Luca Zoppi 27/06/2012 Cosmopolis [>>]
Luca Zoppi 17/05/2012 Diaz [>>]
Luca Zoppi 29/02/2012 La talpa [>>]
Luca Zoppi 21/3/2012 Magnifica presenza [>>]
Luca Zoppi 6/4/2012 Romanzo di una strage [>>]